);
Il contenuto di questo sito è protetto, non è permessa la copia.
Privacy Policy
Ultime News

Non solo riflessione al Dementia Cafè di marzo, ma anche sorrisi e maschere in una dimensione di normalità di vita

CATANZARO – Un martedì grasso, quello di ieri 5 marzo, al Centro Diurno Spazio Al.Pa.De., vissuto con allegria e tanti sorrisi, quelli degli ospiti e dei loro familiari che si sono ritrovati come di consueto all’interno del Dementia Café, appuntamento mensile dedicato all’ascolto, al confronto ed al dialogo sulla propria condizione di vita a contatto quotidiano con la demenza.

Dopo la diagnosi di demenza c’è ancora una vita da vivere e in questa nuova dimensione c’è ancora spazio per divertirsi insieme, cercando di recuperare una propria normalità di vita. Ecco perché il Dementia Cafè di ieri, partito alle 16.30, si è contaminato di atmosfera carnevalesca e si è aperto ufficialmente con l’irruzione di un simpatico pagliaccio giocherellone che ha intrattenuto il suo pubblico con l’ironia dei suoi trucchi un po’ maldestri. A seguire, tutti in maschera, gli operatori specializzati della Ra.Gi., quelli del servizio civile e gli ospiti hanno proseguito il loro momento di intrattenimento, mentre nella sala adiacente si è dato inizio allo spazio dedicato ai familiari.

Il dibattito è stato condotto dalla dottoressa Elena Sodano, responsabile del Centro Diurno e presidente della Ra.Gi. Onlus, l’associazione che gestisce la struttura e dalla dottoressa Amanda Gigliotti, psicologa del Centro Diurno Spazio Al.Pa.De. All’incontro era presente anche padre Francesco Brancaccio della parrocchia di San Giovanni Battista di Catanzaro.

“Ascoltiamo-ci” è il titolo scelto per il Dementia Cafè di questo mese di marzo, che ha voluto essere soprattutto un momento di ascolto, di confronto e di conforto reciproco tra persone le cui storie hanno molte cose in comune, ma anche tante differenze generate anche dalla tipologia di demenza che varia da paziente a paziente, in base alla natura stessa della patologia, alla personalità e alla storia di vita dell’individuo.

Nel convivere quotidianamente con una demenza è essenziale la forza di reagire ai cambiamenti che la malattia porta con sé e il coraggio di accettare una nuova vita che non solo non sarà più quella di prima, ma cambierà gradualmente con il decorso della patologia, che è di natura progressiva.

Certamente non è facile raggiungere una sorta di equilibrio che favorisca il benessere del malato e quello del suo familiare, ma all’interno del Centro Diurno Spazio Al.Pa.De. si lavora quotidianamente, fin dal 2008, per renderlo possibile. Il metodo terapeutico utilizzato è la Teci (Terapia Espressiva Corporea Integrata) unica in Italia, per la cura ed il contenimento naturale delle demenze, ideata dalla dottoressa Elena Sodano e da lei stessa descritta nel libro “Il Corpo nella demenza” (Maggioli, 2017). Per i familiari, oltre ai colloqui quotidiani con la psicologa Ra.Gi., vengono attivati degli spazi appositi, come il Dementia Cafè, nel quale viene fornito sostegno psicologico e anche quello di specialisti che, gratuitamente, una volta al mese sono a disposizione per donare informazioni e supporto.

Nel rapporto quotidiano con un proprio caro affetto da demenza è naturale che non manchino i momenti di sconforto nei quali ci si aggrappa anche alla fede. In tal senso si cercano risposte soprattutto ad una domanda: “perché?”

Padre Brancaccio, che nella sua vita ha conosciuto da vicino la demenza, per via della madre, purtroppo scomparsa, ha donato degli spunti di riflessione rispetto a questo interrogativo, sottolineando che “non esiste una ragione a tutto quello che ci sta accadendo, ma in esso possiamo trovare un senso, un significato, che è racchiuso nell’amore che si da e che si riceve durante questo percorso di sofferenza”.

I Dementia Café sono appuntamenti mensili gratuiti aperti a tutti i familiari di persone affette da demenze e promossi dall’associazione Ra.Gi. Onlus all’interno del Centro Diurno Spazio Al.Pa.De., situato a Catanzaro, in viale Magna Grecia 75/21. Per informazioni ci si può rivolgere al numero verde 800-034443 o al numero 0961-060144.

Articolo pubblicato anche su OggiSud

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato sulle novità pubblcate sul sito.

Email *

I nostri eventi

< 2019 >
Ottobre
DLMMGVS
  12345
678910
  • Persone con demenze, verso la realizzazione del loro possibile.

    16:39
    2019.10.10

    Un incontro molto importante ci attende giovedì 10 ottobre a Reggio Calabria. Un momento in cui le demenze acquistano un significato diverso perché ricerca e neuroscienze si incontrano con il possibile benessere corporeo, psicologico, spirituale e sociale delle persone con demenze. Grazie alla. Presidente dell’Associazione Libera-Mente Maria Cara che, in occasione dell’apertura dell’anno sociale ha organizzato questo particolare incontro.

1112
131415161718
  • Terapia del Treno

    17:30 -19:00
    2019.10.18


    CATANZARO – Nel Centro storico amico delle demenze Dementia Friendly Community arriva la Terapia del Viaggio.
    A nome di tutte le persone con Demenze ospiti del Centro Diurno RaGi e di tutte le famiglie ringrazio l’impegno e la vicinanza dell’assessore comunale alle politiche sociali Lea Concolino. Grazie alle progettualità che la RaGi mette continuamente in campo a sostegno delle persone con Demenze e per contrastare la solitudine degli anziani, la città di Catanzaro, avrà la possibilità di disporre di una delle Terapie non farmacologiche strutturalmente più impegnative da offrire gratuitamente ai suoi cittadini più fragili. Si tratterà di un allestimento unico in Calabria, secondo nel sud Italia, 15esima in tutta Italia.
    La location della Terapia del Viaggio verrà inaugurata giorno 18 ottobre alla presenza del prof Ivo Cilesi esperto di fama internazionale nelle terapie non Farmacologiche e resterà a disposizione della cittadinanza del centro storico per circa due mesi, per poi essere allestita in altra sede.
    Questa è la politica della Comunità e della Condivisione collettiva.

19
  • Corso base “Terapia della bambola”

    09:00 -18:00
    2019.10.19

    Clicca il link per scaricare la scheda d’iscrizione e vedere la locandina.

    La Terapia della Bambola è un dispositivo medico in Classe I.

    La Terapia della Bambola, che abbiamo l’onore di ospitare per la prima volta a Catanzaro, è una terapia non farmacologica, ideata dal Dott. Ivo Giovanni Cilesi che aiuta a ridurre i disturbi comportamentali e dell’umore dell’anziano. Attraverso l’accudimento e il maternage della bambola terapeutica la persona attiva relazioni tattili e affettive. Sempre per chi lo ignorasse, COSA IMPORTANTE, c’è da dire è che, la terapia della Bambola e’ un dispositivo medico in Classe I, registrato al ministero della salute V0880-Attrezzatura di supporto all’attività sanitaria-accessori. IDENTIFICATIVO DI REGISTRAZIONE BD/RDM NR 1560853. DATA PRIMA PUBBLICAZIONE 24/05/2017.-

202122232425
  • Incontro in Basilicata

    Tutto il giorno
    2019.10.25

    Non ci sono ulteriori informazioni per questo evento.

26
2728293031  

Supportaci

Scegli tu quanto donare con Carta o PayPal. Puoi selezionare un importo fra quelli disponibili o metterne uno a tuo piacere.
Altro Importo:

Ra.Gi. Onlus Channel