);
Il contenuto di questo sito è protetto, non è permessa la copia.
Privacy Policy
Altri Articoli

Insieme ai Nonni è tutto più Allegro

Persone con demenza e bambini insieme per vivere una favola meravigliosamente reale e teneramente fantastica. Un’amicizia da coltivare e che emana profumo d’innocenza.

Sarà molto ma molto di più di una semplice festa dei nonni quella organizzata tra il centro diurno per demenze della RaGi e la scuola dell’infanzia Mary Poppins di Catanzaro diretta dalla dott.ssa Stefania Greco. Sono due mondi paralleli che si incontreranno, che parleranno, che comunicheranno. Sono anime molto simili che vivono molti sentimenti comuni, I bambini, proprio come le persone con demenze, vivono bene se i loro sbagli non diventano giudizi sulla loro persona. I bambini, proprio come le persone con demenze, sono individui unici e speciali, dei mondi che non possiamo globalizzare ai quali occorre riconoscere una propria storia, le proprie esperienze, vissuti, valori, ruoli, emozioni che hanno tracciato la loro vita. L’ambiente, il sociale, il territorio, la relazione, rappresentano stimoli psicofisici e cognitivi sia per i bambini che per le persone con demenze, fondamentali per contenere e/o prevenire determinati disturbi comportamentali associati alla malattia, La TECI Terapia lavora moltissimo sul canale dell’imitazione che permette anche alla persona con una demenza grave di ripetere una procedura che chiediamo loro “di fare”. La letteratura scientifica ci dice che la migliore modalità di apprendimento per i bambini è quella dell’imparare facendo e guardando.
I bambini, per sviluppare la loro autostima, devono sentirsi parte integrante di una comunità, devono percepire di essere accettati, senza alcun limite, dall’istituzione in cui vivono , sia essa famiglia, sia scuola, sia comunità. Diciamo da sempre che per le persone con demenze il sociale può diventare un vero e proprio dispositivo terapeutico che riduce gli agiti aggressivi, dando loro la possibilità di esprimersi in piena libertà e autonomia
La pietà, la commiserazione, il ridicolo e la vergogna sono la faccia sporca di chi è abituato a giudicare; umiliano la persona e la fanno sentire come insignificante e diversa. E questo vale sia per molti bambini che per le persone con demenze.

About the author

Elena Sodano

Add Comment

Click here to post a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato sulle novità pubblcate sul sito.

Email *

I nostri eventi

< 2019 >
Ottobre
DLMMGVS
  12345
678910
  • Persone con demenze, verso la realizzazione del loro possibile.

    16:39
    2019.10.10

    Un incontro molto importante ci attende giovedì 10 ottobre a Reggio Calabria. Un momento in cui le demenze acquistano un significato diverso perché ricerca e neuroscienze si incontrano con il possibile benessere corporeo, psicologico, spirituale e sociale delle persone con demenze. Grazie alla. Presidente dell’Associazione Libera-Mente Maria Cara che, in occasione dell’apertura dell’anno sociale ha organizzato questo particolare incontro.

1112
131415161718
  • Terapia del Treno

    17:30 -19:00
    2019.10.18


    CATANZARO – Nel Centro storico amico delle demenze Dementia Friendly Community arriva la Terapia del Viaggio.
    A nome di tutte le persone con Demenze ospiti del Centro Diurno RaGi e di tutte le famiglie ringrazio l’impegno e la vicinanza dell’assessore comunale alle politiche sociali Lea Concolino. Grazie alle progettualità che la RaGi mette continuamente in campo a sostegno delle persone con Demenze e per contrastare la solitudine degli anziani, la città di Catanzaro, avrà la possibilità di disporre di una delle Terapie non farmacologiche strutturalmente più impegnative da offrire gratuitamente ai suoi cittadini più fragili. Si tratterà di un allestimento unico in Calabria, secondo nel sud Italia, 15esima in tutta Italia.
    La location della Terapia del Viaggio verrà inaugurata giorno 18 ottobre alla presenza del prof Ivo Cilesi esperto di fama internazionale nelle terapie non Farmacologiche e resterà a disposizione della cittadinanza del centro storico per circa due mesi, per poi essere allestita in altra sede.
    Questa è la politica della Comunità e della Condivisione collettiva.

19
  • Corso base “Terapia della bambola”

    09:00 -18:00
    2019.10.19

    Clicca il link per scaricare la scheda d’iscrizione e vedere la locandina.

    La Terapia della Bambola è un dispositivo medico in Classe I.

    La Terapia della Bambola, che abbiamo l’onore di ospitare per la prima volta a Catanzaro, è una terapia non farmacologica, ideata dal Dott. Ivo Giovanni Cilesi che aiuta a ridurre i disturbi comportamentali e dell’umore dell’anziano. Attraverso l’accudimento e il maternage della bambola terapeutica la persona attiva relazioni tattili e affettive. Sempre per chi lo ignorasse, COSA IMPORTANTE, c’è da dire è che, la terapia della Bambola e’ un dispositivo medico in Classe I, registrato al ministero della salute V0880-Attrezzatura di supporto all’attività sanitaria-accessori. IDENTIFICATIVO DI REGISTRAZIONE BD/RDM NR 1560853. DATA PRIMA PUBBLICAZIONE 24/05/2017.-

202122232425
  • Incontro in Basilicata

    Tutto il giorno
    2019.10.25

    Non ci sono ulteriori informazioni per questo evento.

26
2728293031  

Supportaci

Scegli tu quanto donare con Carta o PayPal. Puoi selezionare un importo fra quelli disponibili o metterne uno a tuo piacere.
Altro Importo:

Ra.Gi. Onlus Channel