);
Il contenuto di questo sito è protetto, non è permessa la copia.
Privacy Policy
Spunti di riflessione

COSA PENSATE VOI, COSA PENSANO LORO

Le persone con una demenza sono degli ottimi scrutatori di anime vere e questa loro sensibilità non viene meno nemmeno di fronte alla più profonda devastazione cerebrale. Non amano i sorrisi finti, le voci stridule, le false smancerie, non amano essere trattati come bambini. Anzi queste cose li fanno rinchiudere ancora di più nella loro profondità.

Percepiscono di dare fastidio perché si sentono incapaci, sono molto in colpa e arrabbiati con sé stessi, umiliati dalle frasi offensive spesso pronunciate da familiari e caregiver magari stanchi e impotenti di fronte a comportamenti incomprensibili.


PENSATE: “Me lo fa apposta, me la vuole fare pagare, non gli vado a genio, mi vuole sfinire con i suoi capricci” sono le frasi che spesso dicono i familiari.
PENSANO “È cattiva, io non sto facendo niente perché mi tratta come se fossi un bambino?”. E cosi diventano piano piano persone molto insicure.
PENSATE: “Non ce la faccio più”,
PENSANO: “È più forte di me, voglio diventare piccolo e invisibile”. E così i nostri dementi diventano, giorno dopo giorno infantilizzati dai familiari o dalle badanti che, non riconoscendogli più alcuna possibilità comunicativa e di comprensione, alcuna autonomia, li trattano come bambini bisognosi di cure spesso paralizzanti che non lasciano alla persona alcuna autonomia decisionale.
PENSATE “È come un neonato, è un bambino capriccioso, è impacciato può cadere” .
PENSANO: “Non mi lasciano fare nulla, non mi accontentano in niente, non mi lasciano libero”. Ed è per tali ragioni che la maggior parte hanno un atteggiamento apatico, senza voglia di fare niente, sono annoiati, stanchi, seccati
PENSATE “Rompe tutto, è pericoloso per sé stesso e per chi gli sta intorno è meglio tenerlo buono con i farmaci”
PENSANO “Sono un inutile fantoccio, un burattino” che vivo a fare?

Elena Sodano

About the author

Elena Sodano

Add Comment

Click here to post a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato sulle novità pubblcate sul sito.

Email *

I nostri eventi

< 2019 >
Ottobre
DLMMGVS
  12345
678910
  • Persone con demenze, verso la realizzazione del loro possibile.

    16:39
    2019.10.10

    Un incontro molto importante ci attende giovedì 10 ottobre a Reggio Calabria. Un momento in cui le demenze acquistano un significato diverso perché ricerca e neuroscienze si incontrano con il possibile benessere corporeo, psicologico, spirituale e sociale delle persone con demenze. Grazie alla. Presidente dell’Associazione Libera-Mente Maria Cara che, in occasione dell’apertura dell’anno sociale ha organizzato questo particolare incontro.

1112
131415161718
  • Terapia del Treno

    17:30 -19:00
    2019.10.18


    Terapia farmacologica unica in Calabria

    Inaugurazione al Policlinico Umberto I.

19
  • Corso base “Terapia della bambola”

    09:00 -18:00
    2019.10.19

    Clicca il link per scaricare la scheda d’iscrizione e vedere la locandina.

    La Terapia della Bambola è un dispositivo medico in Classe I.

    La Terapia della Bambola, che abbiamo l’onore di ospitare per la prima volta a Catanzaro, è una terapia non farmacologica, ideata dal Dott. Ivo Giovanni Cilesi che aiuta a ridurre i disturbi comportamentali e dell’umore dell’anziano. Attraverso l’accudimento e il maternage della bambola terapeutica la persona attiva relazioni tattili e affettive. Sempre per chi lo ignorasse, COSA IMPORTANTE, c’è da dire è che, la terapia della Bambola e’ un dispositivo medico in Classe I, registrato al ministero della salute V0880-Attrezzatura di supporto all’attività sanitaria-accessori. IDENTIFICATIVO DI REGISTRAZIONE BD/RDM NR 1560853. DATA PRIMA PUBBLICAZIONE 24/05/2017.-

202122232425
  • Incontro in Basilicata

    Tutto il giorno
    2019.10.25

    Non ci sono ulteriori informazioni per questo evento.

26
2728293031  

Supportaci

Scegli tu quanto donare con Carta o PayPal. Puoi selezionare un importo fra quelli disponibili o metterne uno a tuo piacere.
Altro Importo:

Ra.Gi. Onlus Channel