);
Il contenuto di questo sito è protetto, non è permessa la copia.
Privacy Policy
Ultime News

Conclusa con successo la mostra dal titolo “Demenze d’autore”, promossa dall’associazione Ra.Gi. Onlus

Si è chiusa la mostra dal titolo “Demenze d’autore”, promossa dall’associazione Ra.Gi. Onlus ed aperta al pubblico lo scorso 11 maggio, in occasione dell’inaugurazione del Centro Diurno “Antonio Doria” di Cicala e del primo borgo calabrese amico delle demenze.

La mostra, ospitata proprio all’interno del Centro “Doria”, raggruppava le opere di otto artiste calabresi che hanno raccolto la proposta di interpretare ed esprimere in chiave artistica il concetto di demenza.

Rosa Spina, Dorotea Li Causi, Anna Aprile, Eugenia Ciampa, Rosalba Russo, Rosa Amerato, Maria Graziosa Costa e Rossella Costa sono le artiste che hanno deciso di “accettare la sfida” di dare forma ad una complessa condizione della mente umana, esprimendosi nella creazione di un’opera.

La mostra “Demenze d’autore” si lega all’idea che l’arte può divenire un potente strumento per entrare in contatto con le persone malate di demenza, come dimostrano le esperienze svolte presso la Art Gallery of New South Wales di Sydney, e il MOMA di New York.

Secondo gli esperti, la parte creativa del cervello è una delle ultime ad essere attaccata: lì risiedono ricordi ed emozioni che con le arti possono riemergere.

Con il progetto “Demenze d’autore” si è pensato di coinvolgere direttamente gli artisti, connettendoli emotivamente con lo stato mentale di un malato di demenza, portandoli a sperimentare, durante l’atto creativo, l’enorme stato di confusione, smarrimento e paura di una persona che spesso non ricorda più dove si trova e chi sono le persone accanto a sé.

La sensibilità delle artiste che hanno preso parte all’iniziativa, alle quali va il sentito ringraziamento da parte dell’associazione Ra.Gi., ha permesso la realizzazione di una serie di opere che hanno incontrato un alto indice di gradimento da parte dei fruitori.

“Allucinazioni; disconnessione in corso”(Olio su tela, 80×80) è l’opera realizzata da Anna Aprile, il dipinto “La mia ombra” (Olio/terra su tela, 50×70) è di Rosalba Russo, “Radici” (80×80) è stato creato per l’occasione da Dorotea Li Causi, mentre la pittrice Rosa Amerato ha partecipato all’evento con l’opera dal titolo “L’Infinito” (Olio su compensato, 50×70). “Regina bloccata in equilibrio instabile” (Legno, ferro, tela; 60×20) è il titolo dell’installazione realizzata dall’artista Mariagraziosa Costa, il dipinto “L’infinito sopra le nostre teste” (Olio su tela, 1 metro x 1 metro) è della pittrice Rossella Costa, mentre “Sagoma Inquieta” (Tecnica mista e défilage su tela, 80×80) è l’opera realizzata da Rosa Spina della Factory Minotauro. Infine, l’artista Eugenia Ciampa ha partecipato all’iniziativa proponendo il dipinto “Dove nascono i pensieri: compromissione di un vissuto” (Olio/mista su tela, 35×40), associato alla poesia dal titolo “L’assenza”, che descrive il turbamento della mente chiusa in sé stessa, che rimane impassibile agli stimoli del mondo intorno a sé.


La Ra.Gi. Onlus lavora da dieci anni sul territorio nella cura delle demenze. Un lungo percorso fatto di studi e ricerche sul campo ha permesso al suo presidente, Elena Sodano di dar vita ad un metodo unico in Italia, la Teci (Terapia Espressi va Corporea Intergrata), che mira proprio a creare nuovi “ponti di comunicazione” con i malati di demenze, utilizzando il canale delle emozioni, attraverso il contatto corporeo che favorisce il risveglio della memoria corporea.
Il metodo Teci, descritto nel volume “Il Corpo nella Demenza” (Maggioli, 2017), scritto da Elena Sodano, è applicato ogni giorno all’interno del Centro Diurno Spazio Al.Pa.De. di Catanzaro, attivo dal 2008 e all’interno del Centro “Doria”, che ha ospitato la mostra e che è balzato al centro dell’attenzione nazionale con il progetto Dementia Friendly Community, realizzato dalla Ra.Gi. con la collaborazione della Federazione Nazionale Alzheimer e il Comune di Cicala, che ha visto il piccolo paesino divenire il primo borgo calabrese amico delle demenze, una comunità che accoglie i malati di demenze senza pregiudizi.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato sulle novità pubblcate sul sito.

Email *

I nostri eventi

< 2019 >
Ottobre
DLMMGVS
  12345
678910
  • Persone con demenze, verso la realizzazione del loro possibile.

    16:39
    2019.10.10

    Un incontro molto importante ci attende giovedì 10 ottobre a Reggio Calabria. Un momento in cui le demenze acquistano un significato diverso perché ricerca e neuroscienze si incontrano con il possibile benessere corporeo, psicologico, spirituale e sociale delle persone con demenze. Grazie alla. Presidente dell’Associazione Libera-Mente Maria Cara che, in occasione dell’apertura dell’anno sociale ha organizzato questo particolare incontro.

1112
131415161718
  • Terapia del Treno

    17:30 -19:00
    2019.10.18


    CATANZARO – Nel Centro storico amico delle demenze Dementia Friendly Community arriva la Terapia del Viaggio.
    A nome di tutte le persone con Demenze ospiti del Centro Diurno RaGi e di tutte le famiglie ringrazio l’impegno e la vicinanza dell’assessore comunale alle politiche sociali Lea Concolino. Grazie alle progettualità che la RaGi mette continuamente in campo a sostegno delle persone con Demenze e per contrastare la solitudine degli anziani, la città di Catanzaro, avrà la possibilità di disporre di una delle Terapie non farmacologiche strutturalmente più impegnative da offrire gratuitamente ai suoi cittadini più fragili. Si tratterà di un allestimento unico in Calabria, secondo nel sud Italia, 15esima in tutta Italia.
    La location della Terapia del Viaggio verrà inaugurata giorno 18 ottobre alla presenza del prof Ivo Cilesi esperto di fama internazionale nelle terapie non Farmacologiche e resterà a disposizione della cittadinanza del centro storico per circa due mesi, per poi essere allestita in altra sede.
    Questa è la politica della Comunità e della Condivisione collettiva.

19
  • Corso base “Terapia della bambola”

    09:00 -18:00
    2019.10.19

    Clicca il link per scaricare la scheda d’iscrizione e vedere la locandina.

    La Terapia della Bambola è un dispositivo medico in Classe I.

    La Terapia della Bambola, che abbiamo l’onore di ospitare per la prima volta a Catanzaro, è una terapia non farmacologica, ideata dal Dott. Ivo Giovanni Cilesi che aiuta a ridurre i disturbi comportamentali e dell’umore dell’anziano. Attraverso l’accudimento e il maternage della bambola terapeutica la persona attiva relazioni tattili e affettive. Sempre per chi lo ignorasse, COSA IMPORTANTE, c’è da dire è che, la terapia della Bambola e’ un dispositivo medico in Classe I, registrato al ministero della salute V0880-Attrezzatura di supporto all’attività sanitaria-accessori. IDENTIFICATIVO DI REGISTRAZIONE BD/RDM NR 1560853. DATA PRIMA PUBBLICAZIONE 24/05/2017.-

202122232425
  • Incontro in Basilicata

    Tutto il giorno
    2019.10.25

    Non ci sono ulteriori informazioni per questo evento.

26
2728293031  

Supportaci

Scegli tu quanto donare con Carta o PayPal. Puoi selezionare un importo fra quelli disponibili o metterne uno a tuo piacere.
Altro Importo:

Ra.Gi. Onlus Channel