);
Il contenuto di questo sito è protetto, non è permessa la copia.
Privacy Policy
Ultime News

Alzheimer, Parkinson e Demenze: ad ottobre la tre giorni della Ra.Gi.

Corpo, mente, cervello, emozioni: la relazione oltre i “falsi” miti delle demenze.

È questo il tema attorno al quale si snoderà la tre giorni interamente dedicate all’Alzheimer e alle altre demenze in corso di accreditamento con 25 crediti formativi Ecm. Si tratta di patologie complesse, con cui tante persone, tante famiglie, sono costrette a fare quotidianamente i conti, e per le quali non esistono ancora cure farmacologiche che possano portare alla guarigione. Eppure a Catanzaro non si arrendono.

L’appuntamento è per i prossimi 14, 15 e 16 ottobre. Parte proprio dal capoluogo Calabrese, infatti, la sperimentazione di un metodo che punta a infrangere quella cortina di ferro che lentamente, ma inesorabilmente intrappola chi è affetto da queste patologie. Si tratta di T.E.C.I., la Terapia Espressivo Corporea Integrata, messa a punto dalla dott.ssa Elena Sodano supportata dall’equipe educativa e terapeutico-riabiitativa presente all’interno dello spazio Alzheimer, Parkinson, Demenze, meglio conosciuto come Al.Pa.De., della Ra.Gi. Onlus. Un Open Space che grazie a una delibera regionale rappresenta l’unico Centro Diurno autorizzato al funzionamento presente in Calabria, aperto dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17 e sabato dalle 9 alle 13.

L’obiettivo, sin dal 2008, è sempre stato quello di trovare una valida alternativa alla scorciatoia farmacologica oppure ai soli interventi di stimolazione cognitiva che in alcune fasi della malattia di Alzheimer o altre demenze rappresentano una vera frustrazione per i pazienti. T.E.C.I. è un metodo le cui applicazioni saranno presto spiegati in un libro scritto proprio da Elena Sodano, curato dalla giornalista Antonella Scalzi ed edito dalla Maggioli Editore. La T.E.C.I. è una terapia che, per la prima volta, mette al centro il corpo nella demenza, un corpo che nel momento della diagnosi non viene più considerato, dando spazio alla sola somministrazione di cure farmacologiche che tentano di sedare quei disturbi del comportamento che le demenze trascinano con sé.

TECI sovverte alcuni modi di prendersi cura delle demenze e punta sulla libera espressione simbolica di gesti che, quando il linguaggio diventa incomprensibile e confabulante, per i pazienti rappresentano il solo strumento a disposizione per comunicare al mondo i loro bisogni.TECI è stato perfezionato durante lunghi anni di studi, osservazioni, ricerche, esperimenti, sconfitte e piccole vittorie. Certo non è la panacea per malattie molto più complesse di quanto si possa credere, ma la terapia funziona e i pazienti che la seguono stanno meglio, riscoprono il piacere di essere ancora persone amate e rispettate e non più corpi vuoti, spenti e stanchi. Si tratta di progressi piccoli, ma fondamentali per chi vive immerso in un caotico equilibrio e in un disordine senza tempo. A Catanzaro, insomma, c’è un’isola felice nella quale le vittime di malattie tanto subdole quanto misteriose riconquistano tasselli che sembravano perduti per sempre e dove le malattie di ‘Alzheimer e Parkinson così come le demenze sono contrastati con amore, competenza e dedizione.

Grazie a un protocollo di ricerca siglato con la Società italiana di Geriatria e Gerontologia, sezione Calabria, il metodo si sta attualmente sperimentando sui pazienti presenti nello spazio Al.Pa.De. e i risultati saranno presentati nel mese di ottobre nel corso di un convegno di caratura nazionale. Nasce da qui, insomma, l’idea di un testo colmo di esempi, storie e racconti.

La pubblicazione del libro/manuale, ricco di contributi scientifici, giochi, esempi, esperienze, schede operative, storie e racconti è imminente e intanto alla Ra.Gi. onlus, insieme alle sempre presenti famiglie e agli stessi pazienti sempre protagonisti, già fervono i preparativi per le tre giornate d’ottobre rivolte a medici, psicologi, educatori, assistenti sociali e altre figure che hanno bisogno di una sorsata d’acqua fresca per riuscire a entrare in Con-tatto con le persone con demenze.

Per informazioni 800 034443; 0961 060144

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato sulle novità pubblcate sul sito.

Email *

I nostri eventi

< 2019 >
Ottobre
DLMMGVS
  12345
678910
  • Persone con demenze, verso la realizzazione del loro possibile.

    16:39
    2019.10.10

    Un incontro molto importante ci attende giovedì 10 ottobre a Reggio Calabria. Un momento in cui le demenze acquistano un significato diverso perché ricerca e neuroscienze si incontrano con il possibile benessere corporeo, psicologico, spirituale e sociale delle persone con demenze. Grazie alla. Presidente dell’Associazione Libera-Mente Maria Cara che, in occasione dell’apertura dell’anno sociale ha organizzato questo particolare incontro.

1112
131415161718
  • Terapia del Treno

    17:30 -19:00
    2019.10.18


    CATANZARO – Nel Centro storico amico delle demenze Dementia Friendly Community arriva la Terapia del Viaggio.
    A nome di tutte le persone con Demenze ospiti del Centro Diurno RaGi e di tutte le famiglie ringrazio l’impegno e la vicinanza dell’assessore comunale alle politiche sociali Lea Concolino. Grazie alle progettualità che la RaGi mette continuamente in campo a sostegno delle persone con Demenze e per contrastare la solitudine degli anziani, la città di Catanzaro, avrà la possibilità di disporre di una delle Terapie non farmacologiche strutturalmente più impegnative da offrire gratuitamente ai suoi cittadini più fragili. Si tratterà di un allestimento unico in Calabria, secondo nel sud Italia, 15esima in tutta Italia.
    La location della Terapia del Viaggio verrà inaugurata giorno 18 ottobre alla presenza del prof Ivo Cilesi esperto di fama internazionale nelle terapie non Farmacologiche e resterà a disposizione della cittadinanza del centro storico per circa due mesi, per poi essere allestita in altra sede.
    Questa è la politica della Comunità e della Condivisione collettiva.

19
  • Corso base “Terapia della bambola”

    09:00 -18:00
    2019.10.19

    Clicca il link per scaricare la scheda d’iscrizione e vedere la locandina.

    La Terapia della Bambola è un dispositivo medico in Classe I.

    La Terapia della Bambola, che abbiamo l’onore di ospitare per la prima volta a Catanzaro, è una terapia non farmacologica, ideata dal Dott. Ivo Giovanni Cilesi che aiuta a ridurre i disturbi comportamentali e dell’umore dell’anziano. Attraverso l’accudimento e il maternage della bambola terapeutica la persona attiva relazioni tattili e affettive. Sempre per chi lo ignorasse, COSA IMPORTANTE, c’è da dire è che, la terapia della Bambola e’ un dispositivo medico in Classe I, registrato al ministero della salute V0880-Attrezzatura di supporto all’attività sanitaria-accessori. IDENTIFICATIVO DI REGISTRAZIONE BD/RDM NR 1560853. DATA PRIMA PUBBLICAZIONE 24/05/2017.-

202122232425
  • Incontro in Basilicata

    Tutto il giorno
    2019.10.25

    Non ci sono ulteriori informazioni per questo evento.

26
2728293031  

Supportaci

Scegli tu quanto donare con Carta o PayPal. Puoi selezionare un importo fra quelli disponibili o metterne uno a tuo piacere.
Altro Importo:

Ra.Gi. Onlus Channel